Come si approccia una sconosciuta grazie alla tecnica presa direttamente da Walter White di Breaking Bad. (più mia foto compromettente)


Come ben sai. E come ti ho già  spiegato ci sono enormi benefici nell’approcciare le sconosciute.

Ora però qui viene il vero problema. “Nico come si fa ad approcciare?”

“Che cosa devo dire ad una donna per iniziare una conversazione e come si fa a non perderla nei primi minuti di interazione?”

Te lo spiego grazie a delle caratteristiche che puoi trovare in Walter White nella serie tv di Breaking Bad.

Queste domande sono domande che tutti ci siamo posti quando abbiamo iniziato. C’è sempre in ognuno di noi la ricerca della soluzione magica per evitare il rifiuto.

Allora andiamo per gradi…ti darò qualche pillola. Se segui molto bene troverai qui una serie di pillole complete di cosa è realmente importante in queste situazioni. La prendi una per volta mi raccomando. Dagli il tempo di fare effetto.

Tranquillo non mi sto riferendo alle pillole che preparava Walter 😛

Pillola 1: Togliti la paura del rifiuto.

Lo so lo so…detta così sembra troppo semplice. Il punto è che però molti uomini ogni volta mi tempestano di domande.

Del tipo “qual è la frase migliore per partire?”

Il realtà il suo vero significato è “qual è la frase migliore per partire perché vorrei sedurla subito , NON verrei essere rifiutato e fare una figuraccia”.

Allora ti dico  subito che… solo per il fatto che approcci, è parecchio difficile fare una figuraccia. Hai già dimostrato di avere le palle. Pochissimi uomini approcciano. E le donne (anche se a volte fanno quelle infastidite che ti ignorano). Alla fine sanno che ci vuole coraggio.

E sicuramente non sei più nel club dei uomini poco attraenti che non approcciano mai e se ne stanno in un angolo nel locale a guardare la situazione con il bicchiere davanti alla pancia. Stanno li fermi a guardare con sguardo annoiato tutta la sala. Se lo fai evita, perchè è una delle cose meno attraenti che puoi fare. 

Secondariamente, devi realmente toglierti la paura del rifiuto. Te lo dico con il cuore in mano. Da amico ad amico. Il rifiuto è una costante della vita. Ti rifiutano ad un colloquio. Ti rifiutano un ordinazione. Un lavoro. Ti bocciano agli esami. Etc.

Così anche le donne lo fanno.

Non c’è un modo per evitarlo.

Non c’è modo di evitarlo.

Ricorda questo innegabile fatto. Importantissimo che ora ti devi stampare in mente.

Regola: NON SI PUO’ PIACERE A TUTTI.

Questa frase mi sa che te la ripeteva anche tua nonna,  qualche parente stretto o qualche amico. Ed hanno e avevano molto ragione. Siccome non si può piacere a tutti. Devi mettere in conto che verrai rifiutato la maggior parte delle volte.

Sopratutto all’inizio quando non sarai ancora bravo. Ripeto verrai rifiutato molte volte. Hai paura ora? Spero di no. Seguimi che ti spiego come superare tutto questo…

Il tuo obiettivo sarà quello di diventare bravo e fregartene. Quando le donne sentiranno che te ne sbatti alla grande, se loro ti rifiutano o meno, allora a quel punto riceverai meno NO.

Il motivo è principio di psicologia femminile che ora non ho tempo di spiegarti. Ma è così.

mia-khalifa-drake-mystery-on-moan-or-groan-game-pic-2Piccola divagazione. E’ incredibile come ci siano argomenti che legano tutti gli uomini del mondo…o quasi.

Come  il porno. Non ho ancora trovato qualcuno che non sappia chi è Lisa Ann. Ad ogni modo. Mi raccomando non parlare di porno alle donne! 😛 (almeno quando sei in esperto).

La foto l’ho messa per metterti alla prova. Sta buono qui su questo sito e non farti venire strane idee e continua a leggere. 😛

Tornando alle cose serie ti dicevo… Molti mollano perchè non riescono a superare il rifiuto.

DOMANDA: “Se non sei in grado di superare un no da una sconosciuta. Una tizia di cui, alla fine non te ne frega un cazzo. Mi dici come puoi minimamente sperare di avere successo con le donne in generale? O di trovarti una fidanzata che non ti tradisca o che non ti reputi uno sfigato?”

Ora tranquillo, se fai difficoltà a sopportare i no. Non è colpa tua, sappilo. E già solo il fatto che sei qui a leggermi…questo ti garantirà in parte di non trovarti nella situazione che ho appena descritto. Aggiungi poi che segui i miei consigli.

Lo so che sono duro. Ma la verità è questa. Una delle più grandi abilità di un seduttore. Quello vero. Non è quella di chi si è letto due ebookini e pensa di sapere qualcosa.

E’ sicuramente la capacità di sopportare il rifiuto.

E’ fondamentale nella seduzione come lo è nella vita. E tu amico mio, se impari a sedurre, siccome affronterai più rifiuti che la media degli uomini, si forgerà dentro di te un cavaliere immortale. Seducente e imbattibile ai rifiuti dalla vita.

Come ci si toglie la paura del rifiuto?

picture_of_mary_cover_jonesCon una tecnica che viene dalla psicoterapia che si chiama DESENSIBILIZZAZIONE.

E questa è stata inventata da Mary Cover Jones. La dolce signora che vedi qui in foto. Come vedi ti porto sempre roba dimostrata e che funziona.

Piccola divagazione: è incredibile che nel mondo della seduzione ci siano persone che ancora svalutano le tecniche chiamandole “tecnichette” dicendo che non servono. E poi nel mondo della psicologia vengono usate da decenni con efficacia e indiscutibili risultati.

Se persino chi studia da anni la mente umana sa l’importanza delle tecniche e delle conoscenze per avere successo nelle relazioni con gli altri,  perchè loro devono dire che  lo studio della seduzione è tutta una cosa naturale senza alcuna tecnica. Follia.

In realtà le tecniche ci devono essere. Ma senza diventare routine dove impari tutto a memoria.  Ma vanno apprese e interiorizzate facendoti rimanere spontaneo…che poi è quello che insegno.

Torniamo alla desensibilizzazione:

ovvero fai una cosa che ti mette ansia talmente tante volte. Che dopo un po’ che la fai ti risulta indifferente farla. Ovviamente questa cosa la riesci a fare solo se vai per gradi.

Tradotto… togli la paura dell’approccio solo approcciando. Ma facendolo partendo da sfide molto piccole. Da piccole cose. Fai piccoli approcci molto brevi e molto veloci. Dicendo cose banali come indicazioni o semplici “ciao”. Poi te ne puoi anche andare.

Poi piano sali di difficoltà nell’approccio.

“a ma nico non sono tutti uguali gli approcci ? Ci sono difficoltà differenti? Un approccio è un approccio, o no?”

Chiedere un indicazione è più facile che dire ” ehi ciao vengo da Marte e sono un alieno, vorrei schiavizzarti per farti lavorare nelle mie miniere di Carbone marziano”.

Sicuramente è molto più difficile. Perché richiede un livello di “sbattimento” del giudizio altrui molto elevato. Meno di un indicazione. Quindi tu devi partire da qualcosa di piccolo e semplice.

Se ti stai chiedendo se sono così pazzo da fare questi approcci, la risposta è si. Faccio più quelli strani che quelli banali e normali. Sono i migliori alla fine perché fanno ridere tantissimo. Quindi dopo tutto è più facile proseguire a parlare. E appari coraggioso e diverso. Così hai già preso 1000 punti.

Ecco perchè devi puntare (quando te la senti) ad approcci buffi e che ti piacciono allo stesso tempo.

Ovviamente tra l’inizio e l’approccio che ti ho appena detto ci sono molti livelli intermedi. Tu per desensibilizzarti, non devi fare altro che partire dal livello più basso e farlo parecchie volte facendoti rifiutare tanto.

Ad un certo punto ti desensibilizzi. Ovvero ci fai un “callo mentale”. Poi i rifiuti ti scivoleranno via come se fossero vento contro un muro in cemento armato.

Si fa così. Approcci con qualcosa di semplice e te ne vai. Lo fai tante volte finché farlo non ti risulta indifferente. Poi sali di livello. Il livello lo sai solo te però. Potresti segnarti dieci tipi di approcci sempre più difficili e metterli in scala da uno a 10.

Questa è la tecnica che ti aiuterà a superare questo ostacolo.

E cosa centra Walter? Be’ è quello a cui devi puntare a livello caratteriale. Lui se hai visto il telefilm, ha una malattia terminale. Questo lo rende totalmente immune dal giudizio delle persone. Si dice “tanto muoio che mi frega degli altri? faccio quello che voglio”

Lui se ne frega del giudizio degli altri.

Ecco a cosa devi puntare. Ora naturalmente NON ti sto dicendo di infrangere la legge o di metterti a spacciare…e ti auguro una lunghissima vita. Ma ripeto…nel rispetto della legge e senza aver l’incentivo di qualche malattia strana. E’ bene che tu faccia quello che vuoi! Che te ne freghi dei no, del giudizio altri e del rifiuto.

Ora ti devo dare un avvertenza. Occhio. Non farmi l’errore di pensare  “prima mi tolgo la paura del rifiuto poi vado ad approcciare”

Malissimo… Sarebbe come dire, per un aspirante cardiochirurgo. Uno che non ha mai operato…”prima divento bravo a operare, poi opero”. Non ha senso. Non è possibile. Infatti se studi per quello, ti fanno provare prima sulle cavie. Anche li fai tutto per gradi.

La paura del rifiuto. Dell’approccio in generale ti passerà solo una volta che avrai iniziato ad approcciare. E ti sarai reso conto a livello profondo che dopo un rifiuto sei ancora vivo. 

Prima amico mio non si può. Quindi l’ordine è

Portate in faccia–>porta a  –> sicurezza nel superare il rifiuto e il giudizio altrui.

Il contrario non esiste.

Pillola 2: Conta il modo.

Non importa quello che tu dici all’inizio. Conta il modo in cui lo dici. Se dici una cosa in modo divertente e che ti diverte (come nell’esempio di prima di Marte), o se hai un modo deciso, sicuramente andrà tutto bene.

“e come si fa ad avere un modo deciso?”

Eeee… adesso vuoi sapere troppo.

No scherzi a parte. Non ho il tempo ora…mi dovrei mettere ad aprire il libro sul linguaggio non verbale, la postura la voce corretta…e molto altro.

Ma qualche dritta te la do lo stesso.

Pensa a quando vuoi una cosa. Quando sei molto deciso…Come appari?

Centrato e solido.

Ma sopratutto non hai un minimo di esitazione.

Per apparire deciso, boom vai di fronte alla ragazza e boom, parli. Sei diretto e non hai un minimo di esitazione. Purtroppo renderebbe meglio un video. Ma penso che tu riesca a capire lo stesso.

Sappi che devi smettere di focalizzarti sulla frase magica. Come nel mio esempio precedente su Marte. Non è così magica come apertura. Ma io con quella ho avuto parecchio successo perchè divertendomi ho avuto un buon modo (poi ho proseguito con facendo le cose giuste nella seduzione).

Ricorda sempre che all’inizio dovrai fare un po’ di fallimenti. E devi perseverare.

Smetti anche di focalizzarti sulla formula magica. Per esempio molti credono che serva il giusto vestito, la giusta bellezza o i capelli messi in un certo modo. Molte scuole di seduzione ti propinano corsi sul vestirsi bene e simili.

Ma questo non serve a un cazzo. Puoi vestirti come ti pare, essere bello oppure no…dire una frase top. Ma alla fine conta il tuo modo di fare e l’esperienza che hai nella seduzione a freddo. (che ti viene dopo un po’ di approcci).

Smetti quindi di cercare la frase giusta. E lasciati andare. Per ora se non hai le tecniche e le strategie che insegno nel mio video corso devi fare cosi.

Ed ecco la ricetta per l’approccio il “come si fa”:

  • Sappi che qualsiasi frase va bene. Più ti diverti te. Meglio è.
  • Conta se risulti deciso e non hai esitazione, ne nella voce ne con il corpo.
  • La prima cosa che dici per lei è poco importante.
  • Segnati su un foglio le frasi che ti inventi per partire. E parti gradualmente…desensibilizzati.
  • Renditi conto che la sicurezza ti viene dopo. Non è un oggetto, non la puoi cercare dentro di te o tirare furori da un libro. La inizierai a SENTIRE quando la tua mente profonda dirà “ehi approcciato un po’ di sconosciute, ho fatto una cosa che la maggior parte degli uomini non è in grado di fare perchè bada al giudizio degli altri e non vuole cresce. Sono un figo da paura”.

 

Per ricordarti che conta solo il tuo modo di fare…e non il resto. Ne la frase giusta. Ne sopratutto il modo di vestire. Ti allego una foto. Di solito mi vesto diversamente…piuttosto elegante a dire la verità…Ma alla fine come ti ho già detto non conta.

Qui a SE, sto sempre sul pezzo. E se ti dico una cosa significa che l’ho testata sul campo…a differenza di alcuni altri ragazzi che parlano di seduzione e copiano.

Mi sembra anche giusto (a differenza di molti) dimostratelo con la foto che trovi più in basso.

E qui siamo specialisti nella seduzione a freddo proprio perché ogni giorno o quasi siamo sul campo a farci il culo e a capire come funzionano le donne e le dinamiche tra a freddo. E c’è sempre da imparare e scoprire cose nuove.

Ricorda,

“Non conta come ti vesti, ne la frase che dici, conta il tuo modo di fare e la tua esperienza che ti sei

dritta1fatto con i precedenti approcci a freddo.”

<—Questo sono io vestito vestito da idiota. Con una ragazza appena conosciuta.

 

Lo ripeto, di solito mi vesto diversamente solo perchè
mi sento più comodo. Ma come vedi il modo in cui ti vesti con le donne conta meno di un cazzo.

Quindi pensaci 2 volte prima di buttare i soldi nel cesso per un corso sul look per sedurre…cerca invece di migliorare le tue capacità e conoscenze andando a fare seduzione a freddo…e studiando qui.

E ricorda,

Approcciala, emozionala e seducila.

A presto da

Nico di seduzione Emotiva.

P.s.

A proposito, se te lo sei perso… e vuoi diventare veramente capace con le donne? E conoscere i segreti di un seduttore? Vuoi approfondire?

Ecco un regalo per te che ti porterà ad avere successo con le donne.

 

PREMI QUI: CONOSCI UOMINI CHE RIESCONO A SEDURRE E AFFASCINARE OGNI DONNA? HANNO UN SEGRETO, PREMI QUI PER SCOPRIRLO E ACCEDERE GRATIS AL MIO PRODOTTO.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.